domenica 27 dicembre 2009

Pianoforte vendesi di Andrea Vitali


Notte dell'Epifania a Bellano, anno 1966. "Il Pianista" - così chiamato per via delle sue mani lunghe e affusolate -, ladro di professione aspetta l'occasione di qualche scippo tra la folla che assisterà alla processione dei Re Magi. Ma piove e fa freddo e lui cerca rifugio in un androne. Si imbatte nel cartello affisso su un vecchio portone: "Pianoforte vendesi". Incuriosito, dopo aver saputo che l'appartamento è disabitato e visto che il tempo non migliora, decide di entrare. Da questo momento non sarà più sicuro di vivere un sogno o la realtà grazie all'incontro con una strana vecchina. Un racconto ironico e magico come solo Vitali sa fare. Pianoforte vendesi (Ed. Garzanti) è un racconto gustoso e ironico che non disattende le aspettative e con il consueto stile dell'autore, dipinge scenari di provincia in modo davvero efficace, tanto da permettere al lettore di "vedere" la storia: un'anziana signora, un ladro che si crede cinico e si scopre romantico, un pianoforte in vendita. E una passione così forte da toccare il cuore anche di chi non si credeva capace di magia.

martedì 22 dicembre 2009

Auguri

Sono giorni intensi tra gli ultimi impegni di lavoro, l'acquisto dei regali che per me hanno un significato speciale - non consumistico - ma un segno tangibile del mio affetto, la spesa a cui seguirà una lunga sessione in cucina per preparare un pranzo di Natale romagnolo doc, e tante altre cose.
Perciò vi lascio i miei auguri un po' in anticipo perchè non so se riuscirò a passare da qui nei prossimi giorni.
Che sia per tutti voi un Natale sereno da trascorrere con chi amate.


lunedì 21 dicembre 2009

Idee regalo dell'ultimo minuto 2: L'antologia di Scrigno


Scrigno è un sito letterario nato dalla passione per la lettura e la scrittura. Con il tempo molti naviganti del web, quasi fosse luogo prezioso ritrovato, hanno lasciato in custodia racconti, impressioni, idee per letture proprie e altrui, approfondimenti di autori noti. Scrigno ha commentato poesie, partecipato a storie a più mani, ha contribuito a rendere il sito più dinamico e a farci vincere una sfida che vuole il web pieno solo di cose utili. Abbiamo fatto molti incontri positivi in questi tre anni di vita di Scrigno, scegliendo di dare risalto ad autori esordienti pubblicati da piccole case editrici perché abbiamo creduto in loro e nei messaggi scritti nelle loro pagine. Messaggi spesso universali che andavano conservati in un luogo “sicuro” e per questo diffusi il più possibile. Da buoni lettori amanti del libro come oggetto da toccare, abbiamo pensato a questa rivista; intende portare fuori dal virtuale ciò che Scrigno racchiude di più prezioso in sé, i pensieri di chi ha lasciato un segno e la traccia di un percorso di tutti coloro che a questo segno hanno dedicato tempo, passione e amore. Buona lettura La redazione: Enrico Maria Carmona, Silvia Armanini, Stefano Chiarato, Alessio Pracanica, Marco Bianchi, Carla Casazza, Claudia, Maurizio Verduchi, Nadia Zapperi.


L'antologia di Scrigno la potete acquistare qui.

Idee regalo dell'ultimo minuto: La signora del caviale


A leggere il titolo del nuovo romanzo di Michele Marziani, “La signora del caviale” (Cult Editore), vengono subito alla mente atmosfere baltiche e ricche signore dell’Est, invece è ambientato nel ferrarese. Il libro, infatti, racconta di una comunità di pescatori di storioni sulle rive del Po. Un intreccio di uomini, di storie e di amori, all’ombra della seconda guerra mondiale. A tenere le fila della vicenda la presenza discreta e distante della signora del caviale. Ebrea, scompare con le leggi razziali e assieme a lei finisce per sempre l’epoca del caviale del Po. Un romanzo poetico e forte che si legge tutto d’un fiato e che non si dimentica. Una storia che fa un tuffo nel passato e racconta un mondo ormai scomparso, quello della gente di golena.

« In riva al Po io li vedo i miei pescatori – racconta Marziani - , così come lungo la ferrovia che da Ferrara conduce a Suzzara ritrovo il capostazione e il giovane Nello e nelle vie del ghetto ebraico di Ferrara sento il passo lieve della Signora del caviale. Nel tempo di oggi sento il brivido degli errori di ieri.».

venerdì 11 dicembre 2009

Scrigno: il concorso

La rivista letteraria on line Scrigno compie tre anni e per festaggiare fa le cose in grande con un concorso.
Ogni partecipante può presentare una sola opera di propria produzione, che non sia mai stata premiata e/o pubblicata in altro concorso, pena l’esclusione. L’elaborato dovrà avere una lunghezza massima 5800 battute (spazi compresi) e contenere nella narrazione, all’inizio, alla fine o entrambi, la seguente frase: “Si parlava di uno scrigno, di un mese, novembre, e di un anniversario, il terzo…”
C'è tempo fino al 15 gennaio 2010 per partecipare.
Qui potete leggere il regolamento completo.

lunedì 7 dicembre 2009