martedì 27 luglio 2010

La Collina dei Piaceri a Torriana

Decima edizione, il 28, 29 e 30 luglio, per la Collina dei Piaceri di Torriana, goloso ed interessante evento enogastronomico dell'estate riminese. Nel ricco programma è incluso anche uno spazio libri all'interno del giardino del ristorante Povero Diavolo dove verrà affrontato un solo tema con tre scrittori: perché scriviamo intorno al cibo. Una sorta di confessione riguardo al proprio lavoro guidata dal critico Paolo Vachino.
La sera di mercoledì 28, alle 21,00, sarà Graziano Pozzetto a raccontare il proprio appassionato lavoro che si concretizza con quasi un volume all'anno, per i tipi dell'editore riminese Massimo Panozzo, dedicato alla salvaguardia dei buoni sapori della Romagna.
Seguirà, giovedì 29, Piero Meldini, penna storica, attenta e puntuale, intinta spesso nel cibo e altrettanto nella narrativa, a volte in mescolanza di saperi e di sapori.
La sera del 30 luglio, la parola andrà a Michele Marziani che racconterà del suo prossimo viaggio gastronomico sulle orme dello scrittore Fabio Tombari dal Montefeltro alle terre di Frusaglia.

mercoledì 21 luglio 2010

Literary Camel Trophy il concorso letterario di Bookavenue

Ha appena preso il via Literary Camel Trophy il concorso letterario di Bookavenue che premia le recensioni dei lettori.
Fino alla la mezzanotte del 31 agosto 2010 è possibile inviare le proprie recensioni (non ci sono limiti di battuta) a bookavenue@bookavenue.it
Dall'1 al 15 settembre gli editori del sito: Alberto Bevilacqua e Giorgio Saponaro, sceglieranno a loro insidacabile giudizio i primi tre classificati.
Tutti gli aticoli saranno messi on line il giorno 16 settembre nelle pagine dedicate.
Il giorno 16 settembre 2010 saranno messi on line i tre articoli finalisti e parteciperanno al voto popolare dei lettori del sito per la designazione di primo classificato vincitore del concorso.
Per ulteriori informazioni qui

martedì 20 luglio 2010

Viole(n)t Red. Rosso violetto, rosso violento di Laura Costantini e Loredana Falcone

L'ineffabile coppia Costantini/Falcone si misura con il noir. Un noir bollentissimo e crudo. Tutto ruota attorno ad una tonalità di rosseto, il Violet Red, appunto. Un rosseto lussuoso, di gran marca, che a Chicago marchia indelebilmente le labbra di uomini uccisi in modo atroce. Chi è che trasforma le proprie labbra tinte di rosso violento in una trappola letale? Chi è il serial killer? Perchè non c'è dubbio che di questo si tratta. La Squadra Vittime Speciali si trova di fronte ad un'indagine molto difficile e rischiosa.
Come per tutti i loro avvincenti romanzi anche Viole(n)t Red, scritto a quattro mani da Laura Costantini e Loredana Falcone, avvince sia per il ritmo sia per l'ambientazione ben
costruita e la caratterizzazione dei personaggi. Unico neo? Forse è un po' stereotipata l'ambientazione negli Stati Uniti. Secondo me se l'avessero ambientato in Italia sarebbe diventato un bestseller! 

domenica 18 luglio 2010

Una domenica come le altre di Paolo Ciampi

Inizia come tante giornate simili il pomeriggio da cui prende il via il racconto di Una domenica come le altre di Paolo Ciampi. Ma poi diviene un incubo con la corsa in ospedale, l'attesa fuori della sala operatoria senza avere notizie, e infine scoprire così, da una persona a caso, di passaggio, che uno degli affetti più importanti della vita non c'è più. La morte della madre credo sia una delle esperienze più devastanti che tutti noi, prima o poi, dobbiamo affrontare. Paolo Ciampi racconta come ha vissuto questa difficile e tragica esperienza, la rabbia, il dolore, l'incredulità, li sensi di colpa, la nostalgia, a sensazione di non essere riuscito a dirle tutto ciò che avrebbe voluto, l'ansia di non avere conosciuto davvero nel profondo una persona così vicina e così importante. Ma nel frattempo la vita deve continuare con i momenti tristi e pure con quelli allegri, con chi resta da consolare e i figli e da crescere. Così Ciampi, raccontando la storia del rapporto con sua madre prima e dopo la sua scomparsa alterna momenti di grande commozione o di ironia e lievità,  in un
susseguirsi di groppi in gola e sorrisi sulle labbra. Un romanzo intenso e vero che lascia la porta aperta alla speranza perchè - come recita la quarta di copertina - "nonostante tutto il
non detto e il non fatto c'è sempre una primavera dopo l'inverno".

venerdì 16 luglio 2010

La gabbria criminale: il giallo di Alessandro Bastasi in uscita ad ottobre

Sarà in tutte le librerie ad ottobre La gabbia criminale, il nuovo romanzo che Alessandro Bastasi pubblicherà con Eclissi Editore.
Dopo la prima buona prova con La fossa comune, Bastasi si dedica decisamente al giallo ma non rinuncia a qualche contaminazione storica.
La gabbia criminale è una storia corale che rimbalza tra presente e passato, l’affresco di un contesto sociale e di un’epoca non così lontana come sembra; i piani temporali si sovrappongono e si confondono, dando vita a un ritratto tanto accurato quanto impietoso della provincia trevigiana. La storia prende il via molti anni fa in un borgo alla periferia di
Treviso dove è stato commesso un atroce duplice delitto che ha lasciato una scia di dolore e di vergogna. Il colpevole - che fino alla morte si è professato però innocente - è già stato da tempo processato e condannato; pare tutto ormai ingoiato dall'oblio.
Ma Alberto, insegnante in pensione, torna a vivere a Treviso proprio nella casa dove aveva abitato nei suoi primi anni di vita, e dove viene aggredito dai fantasmi del passato che gli chiedono insistentemente di trovare la vera soluzione del giallo.
Legami di sangue intrecciati di segreti rancori, ipocrisie e finto perbenismo, vendette politiche e sociali non ancora del tutto consumate, riportano a galla atrocità commesse in un periodo storico in cui tanti delitti restavano impuniti e l’ingiustizia sollevava scarsa ribellione, costruendo intorno ai protagonisti una “gabbia criminale” dalla quale era difficile liberarsi.

Luna d'autunno di Enrica Corradini

Procede in bilico tra il genere gotico e la fantascienza Luna d'autunno, il romanzo breve di Enrica Corradini, medico all'esordio come scrittore. Gotico per le atmosfere cupe e inquietanti che avvolgono il protagonista, Altiero, stimato professore, che per venire a patti con un passato che lo tormenta cerca una sorta di paradiso artificiale. Qui scende in campo la fantascienza perchè la storia è ambientata in un futuro prossimo in cui non servono più le droghe chimiche o naturali, ma per astrarsi dai pensieri e dai sogni più tormentosi si ricorre ad avanzate tecnologie che manipolano la parte incoscia della mente. Ad esse ricorre Altiero sperando finalmente in una tregua, invece i ricordi più difficili da accettare riemergono assumendo una consistenza reale e tangibile. Un racconto psicologico e introspettivo che ben rende le angosce dell'anziano professore e l'illusione di sfuggire ai fantasmi del passato con cui prima o poi è inevitabile la resa dei conti.

giovedì 15 luglio 2010

Alessandro Bastasi presenta La fossa comune a Milano

In attesa dell'uscita del suo nuovo romanzo "La gabbia criminale" (Eclissi Editrice), prevista per il prossimo ottobre, lunedì 19 luglio, alle ore 19:00, Alessandro Bastasi sarà al locale "La Vineria" di Milano  a presentare il suo romanzo d'esordio "La fossa comune".

mercoledì 14 luglio 2010

Aquaticus a Porto Venere

Seconda edizione di Vari’Azioni Marine, manifestazione estiva di eventi e installazioni audio-visive d’arte diretta da Anna Maria Monteverdi a Porto Venere per la Regione Liguria in collaborazione con il Comune e il Parco Naturale di Porto Venere.
Quest’anno nell’unica giornata del 17 luglio si terranno due eventi: un’installazione sonora-marina originale di Mauro Lupone collegata con la chiusura pomeridiana del Canale a cura del Parco Naturale con la famosa “piscina naturale”, e un secondo evento serale nella stessa giornata che vedrà i Masbedo (ovvero Jacopo Bedogni e Nicolò Massazza), duo di video maker di fama internazionale in una installazione video live con Lagash dei Marlene Kuntz nel palco sotto San Pietro.
L’edizione 2010 si chiama Aquaticus e ha come simbolo cetacei e sirene.
I cetacei, grazie alla collaborazione del biologo marino Maurizio Wurtz, sono i protagonisti della installazione sonora Delphys di Mauro Lupone, affermato musicista elettronico, che ha creato originali boe sonanti a partire dai loro particolari vocalizzi. Come i delfini, animali sacri per i Greci, facevamo compagnia ai pescatori, così i suoni dei cetacei avvolgeranno in una dimensione sensoriale di immersività sonora, i nuotatori nella loro attraversata libera verso la Palmaria. Il mare diventa un immaginario delphinarium in cui ascoltare i vocalizzi modificati ad arte, dei cetacei che qui idealmente albergano in un loro santuario.
L'installazione è stata progettata da Lupone insieme a: Julio Hurrego (engineering design e realizzazione tecnica) Alessandro de Palma (logistica), Maurizio Chiocchetti (riprese video e documentazione fotografica)
Dopo il tramonto alle 21,30 arrivando sotto San Pietro si potrà scorgere una sirena seduta su uno scoglio con un fumogeno in mano: è l’immagine-simbolo dei Masbedo che regalano schegge di bellezza video al pubblico. Un grande schermo accoglierà infatti, le immagini live del video “Schegge d’incanto in fondo al dubbio” presentato alla Biennale di Venezia 2009 e girato al largo di Porto Venere con Sonia Bergamasco e Ramon Tarés della Fura dels Baus.
La sonorizzazione live sarà di Lagash dei Marlene Kuntz . L’opera video è una metafora dell’esistenza umana, eternamente in bilico tra sollevazione morale e discesa nelle profondità del proprio dramma esistenziale.

Info e prenotazioni: Paola Settimini 393.1536425

In corpore vili. Anatomia di una lettrice di Lorella Barlaam

E' un piccolo libro che avremmo potuto scrivere tutti, noi lettori compulsivi e onnivori, pronti a sfogliare e divorare qualsiasi genere letterario, per il semplice piacere di gustare parole, storie, idee. E' un libro che avremmo potuto scrivere tutti, dicevo, In corpore vili. Anatomia di una lettrice di Lorella Barlaam, ma sicuramente senza garanzie di risultato come invece è accaduto per l'autrice che  racconta efficacemente  il suo essere lettrice, il piacere e la ricchezza del leggere. E per raccontare utilizza brani tratti da libri che scrivono di altri libri, testimonianze di lettori che però sono anche scrittori. Insomma parla di libri attraverso i libri. Del suo rapporto con la lettura e con la parola scritta. Un libro interessante e utile per analizzare e approfondire, una volta tanto, non i libri che leggiamo ma come e perchè lo facciamo.

lunedì 12 luglio 2010

I cinque finalisti del Premio Azzeccagarbugli

Sono stati selezionati sabato 10 luglio, durante la serata a Villa Monastero di Varenna presentata da Alessandra Casella, i finalisti dell’edizione 2010 del Premio Azzeccagarbugli al Romanzo Poliziesco, promosso dalla Provincia di Lecco con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecco. Il vincitore sarà proclamato venerdì 1 ottobre al Teatro della Società di Lecco, quando avverrà in diretta lo spoglio delle schede votate dai 100 lettori della giuria popolare, estratti a sorte tra oltre 400 che hanno effettuato l’iscrizione attraverso il sito del premio.
Ecco la classifica con i voti assegnati a ogni romanzo alla Giuria dei Letterati composta da Tullio Avoledo (presidente), Chiara Beretta Mazzotta, Raffaella Calandra, Gianfranco Orsi e Olga Piscitelli.

1. 20 voti – Massimo Carlotto, L’amore del bandito, Edizioni e/o
2. 17 voti – Marco Vichi, Morte a Firenze, Guanda
3. 15 voti – Elisabetta Bucciarelli, Io ti perdono, Kowalski
4. 14 voti – Grazia Verasani, Di tutti e di nessuno, Kowalski
5. 14 voti – Alfredo Colitto, I discepoli del fuoco, Piemme

Quest’anno il paese ospite della sezione narrativa straniera è la Germania. La giuria ha votato come migliore opera straniera in concorso Veit Heinichen, La calma del più forte, Edizioni e/o
L’autore sarà ospite della serata finale del Premio.
In occasione della serata finale sarà anche annunciato il vincitore della Sezione Raffaele Crovi, dedicata alla migliore opera prima in concorso.
I 5 finalisti incontreranno il pubblico a Villa Greppi di Monticello Brianza domenica 3 ottobre, durante la rassegna di narrativa poliziesca La passione per il delitto, la cui nona edizione si svolgerà dal 26 settembre all’10 ottobre.

venerdì 9 luglio 2010

Sciopero contro la legge bavaglio

Oggi questo blog sciopera contro la legge bavaglio che vuole far tacere l'informazione libera.

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
(Articolo 21 della Costituzione Italiana)

giovedì 8 luglio 2010

Trauma Cronico - Appunti per un film in terra straniera

Trauma Cronico di Dimitri Chimenti e Andrea Montagnani è un viaggio nella precarietà. Una precarietà che da semplicemente lavorativa, si è ormai fatta condizione generazionale ed esistenziale per una moltitudine di individui. Un gruppo di scrittori romani, anche se alcuni di loro soltanto di adozione, raccolti sotto il nome di Scrittori precari, ha deciso di trasformare la propria esperienza di precariato in racconti, romanzi e poesie. Durante questo tour, che li porterà ad esibirsi in mezza Italia, gli Scrittori precari incrociano la strada di Vanni Santoni, scrittore e giornalista toscano che, nei suoi romanzi e racconti, ha rappresentato la stessa realtà. Dal loro incontro nasce Trauma cronico.
Si tratta dunque di alzare la posta in gioco, di essere scrittori oltre la pagina scritta, inventarsi performer in spazi sempre diversi e non programmati; in una frase: ritrovare la scrittura e la sua funzione civile in una terra sempre straniera.
Qui è possibile vedere il trailer dello spettacolo