domenica 20 marzo 2011

Dannati Danni di Vittoria A.

Oscilla continuamente tra il tragico e il comico la vita della protagonista di Dannati Danni di Vittoria A. Dove i Danni sono una scapestrata famiglia milanese nomen omen: a farne le spese è sempre la figlia che si destreggia nell'intento di rimediare ai danni dei Danni (perdonate il gioco di parole ma era impossibile resistere!). Benchè la giovane riesca a tenere testa ad un padre con le mani bucate e una montagna di debiti, una madre folle e soffocante, la minaccia di un matrimonio combinato e una malattia della pelle che la affligge e la riempie di complessi, Vittoria dovrà alla fine arrendersi e fuggire all'estero dove sopravviverà facendo l'insegnante d'inglese di giorno e la danzatrice di danza del ventre di notte. Ma in tutto questo trambusto riuscirà anche a vivere una storia d'amore.
Scritto con intelligente ironia, Dannati Danni fa ridere e parteggiare per la protagonista, ma fa anche riflettere sulla capacità di risollevarsi sempre - nonostante tutto - di chi ama la vita al punto di non cedere mai alla disperazione e allo smarrimento.

Nessun commento: