mercoledì 11 maggio 2011

Referendum del 12 e 13 giugno

Come è ormai noto, i canali tradizionali della comunicazione - in particolare la televisione - hanno steso un omertoso silenzio sul referendum del 12 e 13 giugno. E' dovere quindi di tutti coloro che hanno una coscienza civile impegnarsi in un'informazione alternativa ma capillare, perchè il referendum è abrogativo e quindi è necessario il 50% +1 dei voti affinchè la votazione sia valida. Ricordo che per cancellare tutte e quattro le norme bisogna votare SI. Qui, su Vivalowcost, trovate una sintesi chiara dei quattro quesiti.
Inutile sottolineare che votare è un dovere oltre che un diritto e che ciascuno di noi è il diretto responsabile dei risultati del referendum.

Nessun commento: