mercoledì 24 agosto 2011

Il perfetto angelo custode di Vera Demes

Cecilia prende la vita di petto, un po' troppo forse, ma la sua aggressività altro non è che una corazza per difendersi dal dolore che in buona dose le ha già avvelenato la vita. Ha anche idee poco chiare su cosa farà "da grande" e la capacità di mettersi sempre nei guai. Per fortuna che ha incontrato Gianluca, divenuto in breve l'amico e il rifugio nei momenti peggiori, quello che quando tutto sembra troppo complicato arriva a districare la matassa. Un angelo custode, insomma, un angelo che veste la divisa di ufficiale dei Carabinieri. I presupposti per la nascita di qualche cosa di più, di sentimento e passione, ci sarebbe tutti, se non fosse che Gianluca è fidanzato con Stefania, ingenua e insipida a tal punto che pare "ci faccia". Ma la situazione si complica ulteriormente a causa del padre di Cecilia, generale dispotico nonchè superiore di Gianluca, e di Silvia, sorella maggiore di Cecilia, vittima di un gravissimo esaurimento nervoso. E poi ci sono le cattive compagnie che frequenta Cecilia, il fortissimo e vincolante senso del dovere di Gianluca, nonchè tante altre complicazioni: un percorso ad ostacoli come accade a tutti
nella vita, ma in questo caso - forse - il destino si accanisce particolarmente. E' davvero tutto ormai irrimediabilmente perduto?
Vera Demes, con la sua scrittura asciutta ed essenziale, racconta un'altra coinvolgente vicenda in cui la storia d'amore è in realtà un pretesto per affrontare il tema ben più vasto dei condizionamenti che uomini e donne spesso subiscono in nome dei legami familiari e sentimentali, talmente vincolanti - a volte - da renderli prigionieri di ruoli e atteggiamenti che non hanno niente a che vedere con le persone che realmente vorrebbero essere.

Nessun commento: