mercoledì 11 luglio 2012

L'eclissato di Roberto Ritondale

Aldo Montesi è un uomo schivo, segnato da un'infanzia senza padre - di cui non sa nulla - e un'adolescenza che gli ha strappato anche la madre vittima di una sciagura aerea. Queste vicende lo hanno trasformato in anafettivo, incapace di intrecciare una relazione sentimentale adeguata e duratura. La sua grigia routine viene scossa dalle minacce della mafia con la quale lo zio che lo ha cresciuto, imprenditore coinvolto in loschi traffici, ha rapporti poco chiari. Costretto a rendersi irreperibile ne approfitta per scoprire qualche cosa di più sulla morte della madre e il silenzio reticente dello zio. Lo aspetta un turbolento viaggio tra Napoli, Palermo, Milano e l'India alla scoperta dei misteri di famiglia è soprattutto di sé stesso. Il finale di questa storia un pò giallo e un pò romanzo di formazione non è giusto svelarlo ma Aldo ne uscirà più adulto, generoso e consapevole, troverà le risposte ai suoi interrogativi e anche qualcosa di bello e inaspettato. Una storia intensa, coinvolgente e con un briciolo di suspance, che non guasta, scritta con ritmo, eleganza e ironia da Roberto Ritondale che merita l'attenzione di un editore di qualità.

Nessun commento: