martedì 30 aprile 2013

Agente Letterario 3.0: la recensione di Cassandra Traverso

Lasciatemi gongolare un po' per le recensioni che riceve il mio ebook Agente Letterario 3.0. A volte, qualche conferma, dà la carica giusta per lavorare meglio.
Ecco quindi la recensione di Cassandra Traverso che potete leggere anche qui:

Essendo del settore, sono stata in grado di apprezzare l'utilità di questo vademecum anche se l'argomento che tratta è talmente vasto e sfaccettato che necessiterebbe di un respiro più ampio e maggior approfondimento. Comunque, a prescindere dalla brevità, l'ho trovato chiaro e onesto da poter sembrare ai più superficiali a tratti scontato come poi spesso solo il buon senso sa esserlo.

Molto utile ad ingenui e romantici. Resto in attesa di un approfondimento.

mercoledì 17 aprile 2013

Agente Letterario 3.0: la recensione di Franco Ferdori

La recensione di Franco Ferdori al mio ebook Agente Letterario 3.0.

Incuriosito dalla grande differenza tra le due recensioni precedenti ho deciso di dare un'occhiata a questo ebook e con sorpresa ho verificato come a volte giudizi troppo negativi vengano dati con leggerezza.
Il libro fa una breve carrellata sulla situazione editoriale e sulle varie strade che un aspirante scrittore può intraprendere.
Certamente non approfondisce le varie problematiche, ma non mi è parso assolutamente che possa essere definito un'esca per autori sprovveduti, anzi.
Si parla del ruolo di agente letterario come un professionista tenuto a fornire preventivi prima di iniziare i lavori, si parla di letture di manoscritti e valutazioni gratuite dove ciò che eventualmente viene fatta pagare è l'urgenza del servizio, si precisa che nel mondo digitale sono molti gli strumenti che un autore fai da te può sfruttare in proprio senza legarsi a case editrici a pagamento, ecc.
Ovviamente, mi viene da dire, fa notare che il lavoro di qualità deve essere remunerato e però dice anche in modo chiaro che nessun agente serio è in grado di garantire la pubblicazione ad un autore che a lui si rivolge.
Ancora più incuriosito, ho fatto una veloce visita al sito dell'agenzia che ha realizzato questo breve ebook ed ho trovato altre numerose informazioni interessanti, sempre gratuite.
Di sicuro dopo la lettura di questo ebook non ho risolto i miei problemi di aspirante autore, ma nemmeno ho avuto a che fare con qualcuno che ha come suo obiettivo non dichiarato quello di ingannare chi cerca un aiuto da esperti del settore editoriale.

lunedì 15 aprile 2013

Datemi un vestito di Roberta Giacometti

"Con poche frasi vi ho cucito addosso il più bel vestito che potessi permettermi. Per voi sono entrata nel migliore dei sogni, quello più geniale, il sogno di coniugare un breve racconto privato con la sconfinata geografia umana".
Sono una boccata d'aria i racconti che compongono Datemi un vestito, antologia che raccoglie brevi storie scritte da Roberta Giacometti nel corso di vari anni. Anni in cui non c'era ancora il cellulare o l'iPad e la nostra misura economica erano le lire. Da qui il sottotitolo Racconti vintage.
Brevi pennellate di vita, ritratti abbozzati di persone comuni che hanno l'intensità del vissuto reale, che raccontano con ironia la realtà quotidiana fatta di aneddoti semplici ma che - come la saggezza popolare - insegnano molto.
Suscitano un sorriso per lo più, o una risatina amara, o imbarazzata. Ma poi, pensandoci un po' su, scavando fra le righe, si legge anche molto altro in queste storie di quotidiana umanità. Si legge di coloro per cui la vita è una fatica o una sfida, di chi si lascia vincere  e di chi invece non si arrende, di chi come unica arma ha la leggerezza e chi si armerebbe ogni giorno contro il mondo intero.
Una scrittura diretta, asciutta e senza fronzoli: storie ironiche, tristi, buffe, amare, e anche sensuali, intime, licenziose. Perchè la vita è fatta di tutto questo.
E Roberta Giacometti, con leggerezza e semplicità, ce lo ricorda.


venerdì 12 aprile 2013

Spazio autori al Raduno Nazionale Anobii 2013

L’organizzazione del VI Raduno Nazionale di Anobii, che si terrà a Bologna nei giorni dal 31 maggio al 2 giugno 2013, ha previsto uno spazio autori sulla falsariga di quanto già avvenuto in precedenti edizioni.
L’iniziativa ha un duplice scopo: da un lato fornire uno spazio agli anobiiani-autori e dall’altro raccogliere il maggior numero possibile di libri da utilizzare come premi negli eventi del raduno.
Per quanto riguarda le presentazioni, ciascun autore iscritto ad aNobii (è questo l’unico requisito indispensabile) potrà usufruire di alcuni minuti a lui riservati nel corso del pomeriggio di sabato 2 giugno nei tempi previsti dal programma generale.
Si tratta di uno spazio libero che l’organizzazione mette a disposizione degli autori che vorranno donare una o più copie con dedica del libro presentato; la durata dell’intervento potrà variare in base al numero delle iscrizioni, ma ogni caso non andrà oltre i 10 minuti per autore.
L’iniziativa prevede la donazione di almeno una copia di un proprio libro sul quale l’autore avrà scritto una dedica a ricordo dell’evento (per esempio anche solo un semplice “6° Raduno Nazionale aNobii – Bologna 1-2 giugno 2013″.
Nel caso in cui la partecipazione diretta dell’autore non fosse programmata, esiste comunque la possibilità di contribuire semplicemente inviando direttamente all’organizzazione la/e copie del libro con dedica.
All’interno della sala del ritrovo sarà presente un punto di esposizione nel quale verranno riuniti tutti i libri raccolti, in maniera da dare loro visibilità e tempo ai partecipanti di prenderne visione.
Di ciascun libro verranno fotografate la copertina, la quarta e la pagina con dedica; il tutto verrà pubblicato online in un secondo momento in una sorta di album fotografico.
Ai partecipanti viene concessa la possibilità di mettere in vendita l’opera scelta per la presentazione per un massimo di nr.5 copie.
Due sono dunque i modi per partecipare all’iniziativa:
- venire direttamente al raduno di Bologna accompagnati da un libro
oppure
- spedire all’organizzazione una copia in “piego libri”
Qualsiasi sia la scelta è necessario inviare una mail all’indirizzo dell’organizzazione (anobiibologna2013.spazioautori@gmail.com) e specificare nell’oggetto la dicitura “SPAZIO AUTORI”.
La vostra richiesta verrà inoltrata a chi segue questa parte del raduno il quale vi contatterà per le delucidazioni del caso su come procedere sia per la partecipazione diretta che per l’eventuale invio del libro.
Il GARBO Gruppo Anobii Raduno BOlogna ringrazia fin da ora chi aderirà all’iniziativa

giovedì 11 aprile 2013

Nessuna più a Bologna

Sabato 20 aprile, alle ore 17.30, alla Libreria Ubik Irnerio di Bologna, verrà presentata la raccolta di racconti Nessuna Più. Quaranta scrittori contro il femminicidio, il cui incasso andrà al Telefono Rosa. Alla presentazione interverranno alcuni degli autori: Alessandro Berselli, Stefano Caso, Milvia Comastri, Caterina Falconi, Laura Liberale, Marilù Oliva, Cristina Orlandi, Paola Rambaldi.
Letture dell’attrice Anna Rita Fiorentini.

mercoledì 10 aprile 2013

Agente Letterario 3.0: la recensione di Libertà di parola

La bella recensione pubblicata sul blog Libertà di parola al mio ebook Agente Letterario 3.0.

Un libro che ogni scrittore dovrebbe leggere assolutamente prima di addentrarsi nel mercato editoriale e consultare almeno una volta ogni tanto.
Perché dà indicazioni che solo a prima vista possono sembrare scontate, e chiarisce eventuali dubbi che possono venire durante il percorso.
Un vero manuale, insomma, in cui sono descritti con linguaggio veloce e di immediata comprensibilità il lavoro e l’importanza dell’agente letterario. Un lavoro dinamico, perché non è mai uguale a se stesso, un lavoro delicato perché il futuro dell’autore è nelle mani dell’agente, un lavoro spesso sottovalutato perché l’autore tende a dimenticare di avere a che fare con un essere umano.
L’autore e l’agente sono una squadra, dove il primo deve fidarsi dei consigli di un esperto e il secondo deve comprendere potenzialità e caratteristiche dell’autore e valorizzarli al meglio.
Tutto scritto in questo libro, in modo rapido ma esauriente. Perché ogni autore possa meglio comprendere e valutare.

martedì 9 aprile 2013

Asinelli…ma non troppo: un concorso letterario per anobiani

In occasione del Raduno Nazionale aNobii 2013, il GARBO (Gruppo Anobii Raduno BOlogna) indice il Concorso “Asinelli…ma non troppo” dedicato a racconti brevi di anobiiani.
Gli elaborati vanno inviati via mail a anobiibologna2013.concorso@gmail.com entro il termine tassativo del 30 aprile 2013  completi di nome, cognome, indirizzo e numero telefonico dell’autore.
Il racconto può essere di qualunque genere: noir, thriller, giallo, rosa, umoristico, fantasy, ecc. purché all’interno venga citato il titolo di un libro realmente esistente.
Le opere che partecipano al Concorso, pena l’esclusione, devono:
a)      essere inedite, cioè non pubblicate in versione cartacea o digitale, e non devono avere già ricevuto premi in altri concorsi,
b)      avere una lunghezza massima di 5.000 caratteri spazi inclusi,
c)      appartenere ad autori iscritti ad Anobii
Ogni autore può concorrere con una sola opera.
Tutti i diritti di utilizzo dell’opera rimangono all’autore.
La commissione giudicatrice è composta da cinque membri del GARBO (Gruppo Anobii Raduno BOlogna) dei quali verranno resi noti i nomi durante la premiazione del concorso.
La partecipazione è libera e gratuita. Saranno premiati tre racconti ex equo prescelti dalla giuria il cui giudizio è inappellabile.
Premi: buoni acquisto libri.
Per l’assegnazione del premio sarà indispensabile la presenza dei vincitori o di qualcuno che li rappresenti.
I dati personali trasmessi verranno trattati in conformità al D.Lgs 196/2003 ed utilizzati per le finalità connesse al concorso e conservati per il tempo strettamente necessario.
Per quanto non previsto dal presente bando, varranno le deliberazioni della giuria.

lunedì 8 aprile 2013

In territorio nemico: la prima presentazione a Firenze

Finalmente In territorio nemico debutta in pubblico in occasione della prima presentazione che avrà luogo mercoledì 17 aprile alla Libreria Feltrinelli di Via dei Cerretani a Firenze.
A partire dalle ore 18, gli ideatori della Scrittura Industriale Collettiva Vanni Santoni e Gregorio Mangini  racconteranno dell'esperienza che ha dato vita a questo romanzo sulla Resistenza scritto da 115 autori, tra i quali la sottoscritta.
Per i distratti, riporto la quarta di copertina: non viene voglia di procurarselo al più presto e leggerlo?

Un ufficiale che diserta e intraprende un viaggio attraverso l’Italia devastata dalla guerra. Una ragazza di buona famiglia che diventa una partigiana pronta a uccidere un fascista dopo l’altro. Un ingegnere aeronautico che si nasconde in attesa che passi la bufera. Matteo, sua sorella Adele, il cognato Aldo: sono i personaggi di In territorio nemico, tre giovani separati dalla guerra che, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, cercano ritrovarsi in un paese in preda al caos. Nei venti mesi terribili dell’occupazione nazista, i tre protagonisti faranno esperienza della battaglia, dell’isolamento, dell’amore, del conflitto con se stessi, fino ad affrontare la prova più difficile: scegliere da che parte stare mentre la morte li minaccia a ogni passo. In territorio nemico è una nuova epica della Resistenza. Un’epopea corale resa possibile dal lavoro di oltre cento scrittori e ispirata alle testimonianze di chi la guerra l’ha vissuta e non ha cessato di raccontarla. Un romanzo vivo e toccante che, tenendo ben presente l’eredità di Fenoglio, Malaparte e Calvino, apre una rinnovata prospettiva sull’esperienza tragica e fondativa della seconda guerra mondiale italiana.

venerdì 5 aprile 2013

La gatta che suonava il piano di Nicola Nicodemo

E' molto giovane ma già promette bene, Nicola Nicodemo, autore dell'ebook La gatta che suonava il piano.
Tre racconti ambientati nella Parigi occupata dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale che hanno come protagonista il giovane padre Vincent e la sua famiglia.
Nello sfacelo e nella disperazione della guerra, sullo sfondo di una città stremata e assediata, Vincent non si arrende e con la forza della speranza cerca di dare un futuro alla figlia.
E alla lotta per la libertà e la sopravvivenza si contrappone la poesia di gesti semplici e attimi sereni.
Tre bei racconti che scorrono con ritmo da leggere in un fiato.

giovedì 4 aprile 2013

Noi e i nostri figli. Dalla nascita all'amore

Questo libro è un concentrato di amore, e di paure, di sacrificio, di abbracci e sorrisi.
Nasce dal "Gruppo Facebook Genitori di ragazzi Down - Esperienze a confronto" con l'intenzione non solo di raccontare le storie, la realtà quotidiana, le gioie e le preoccupazioni di chi genera bambini affetti dalla sindrome di Down, ma anche - proprio attraverso queste storie -  con lo scopo di fare del bene ad altri. Infatti i proventi della vendita dell'ebook - che si può acquistare a questo link - sono interamente destinati ad Emergency.
Si tratta di storie di "ordinaria attesa": la scoperta di aspettare una nuova vita, il pancione che cresce, i sogni per il nuovo nato. Tutti i futuri genitori ci sono passati. Chi racconta, in questo libro, aggiunge anche il carico di timori e perplessità all'annuncio che il bambino potrebbe essere affetto da sindrome di Down, i primi mesi di vita a volte davvero difficili, la tenerezza e l'amore che il piccolino o la piccolina regala ai genitori e che continuerà a regalare loro crescendo.
E vedere le immagini di questi bambini, i loro sorrisi, la loro dolcezza, apre il cuore. Sono storie da condividere con tutti ma in modo speciale con quei neo genitori che hanno in comune con gli autori un figlio down.
Un libro che commuove ma allo stesso tempo che solleva per l'alto contenuto d'amore che vi si respira.
Con il contributo speciale di Franco Bomprezzi, Eugenio Finardi, Mimmo Mancini e Federico Pirro.