venerdì 28 novembre 2014

Freccia di Emilio Alessandro Manzotti


Diego ha poco più di vent'anni ma ha già dovuto affrontare grandi dolori e scelte importanti, crescendo in fretta e trasformandosi da allegro e spericolato liceale in giovane imprenditore senza una famiglia alle spalle. Ciò che lo sostiene è il suo grande sogno, da realizzare a qualunque costo, e l'amore per Alice.
Anche Alice, studentessa universitaria brillante e indipendente, nello spazio di una notte vede andare in frantumi la sua esistenza già provata in passato dalla perdita della madre e si trova coinvolta in una situazione complicata in cui si scontrano amore e desiderio di vendetta. E anche Alice ha un sogno a cui si aggrappa ora più che mai. Attorno a Diego e Alice si muovono i loro amici: carini, divertenti, stralunati o confusi, innamorati e insicuri, come tutti i ragazzi di vent'anni.
Romanzo di formazione? Non proprio o non solo.
Perché mentre nel mondo "terreno" seguiamo le complesse e coinvolgenti vicende che coinvolgono Diego Alice e i loro amici, all'Inferno il giovane diavolo Freccia - che in vita aveva uno stretto legame con Diego - deve fare i conti con situazioni pericolose e personaggi ambiziosi e infidi. Mentre cerca di abituarsi ad una realtà che non avrebbe mai immaginato di dovere affrontare, scopre che esistono persone positive e possibilità di redenzione perfino nell'oltretomba. Sempre che un angelo troppo zelante non gli metta i bastoni fra le ruote...
Difficile sintetizzare in breve, e senza svelare troppo, una trama avvincente che si sviluppa su diversi piani narrativi, con una scrittura accurata e diretta, che trascina il lettore nel vortice degli eventi che si susseguono sempre più veloci fino ai capitoli finali. Tanti personaggi, ma tutti ben delineati e realistici: nessun buono o cattivo assoluto, bensì esseri umani o ultraterreni "veri", con i loro pregi e difetti, che proprio per questo risultano più simpatici (o antipatici) al lettore.
Una storia avvincente, si diceva, ma anche vari temi su cui riflettere: il coraggio di realizzare i propri sogni a qualunque costo, la scelta tra giustizia e perdono, la speranza che anche nelle situazioni peggiori ci sia sempre una possibilità di uscita. Si arriva all'ultima pagina con la voglia e il coraggio di prendere in mano il proprio destino.
Un bel romanzo per chi, giovane o adulto che sia, desidera volare con l'immaginazione e ritrovare la voglia di sognare.

Nessun commento: