mercoledì 22 luglio 2015

Splendido come il sole di Tulum di Federica D'Ascani

Confesso che non amo molto i romanzi "rosa" o sentimentali, preferisco altri generi, ma ogni tanto - per curiosità - qualcuno lo leggo. In questo caso avevo avuto modo di apprezzare altri testi di tutt'altro genere della D'Ascani (horror) e mi incuriosiva
vedere come se la cava con spasimi di cuore e romanticherie. Non sono stata delusa perché Splendido come il sole di Tulum si è rivelata una lettura molto piacevole per due motivi: innanzitutto la scrittura ironica e accattivante, poco melensa ma a tratti molto divertente. In secondo luogo perché la trama - pur rientrando nei canoni della storia d'amore - non è così scontata come ci si può aspettare, affrontando anche tematiche come l'amore gay, che possono risultare "scomode".  La storia, infatti, è quella di Fanny, abbandonata dal futuro marito a due ore dalle nozze, che decide di consolarsi facendo ugualmente il viaggio previsto dalla luna di miele, ma accompagnata dal suo migliore amico, Davide. Lui accetta volentieri sia perché l'occasione di un viaggio in Messico è assai ghiotta, sia perché vuole farsi una nuova vita lontano dall'uomo che ama ma che non lo ricambia. Così Fanny e Davide fuggono entrambi dai fantasmi che li  tormentano e si tuffano  - nel vero senso della parola - nella meraviglia di Tulum, bellissima località di mare dove entrambi incontrano qualcuno che fa battere loro nuovamente il cuore. Tra tentennamenti, paura di soffrire, colpi di scena e situazioni imbarazzanti, la storia procede ritmata e accattivante fino al prevedibile happy end.  Una lettura piacevole e fresca adatta a ravvivare queste torride giornate estive.

Splendido come il sole di Tulum
Federica D'Ascani
Rizzoli (Youfeel)

2 commenti:

federica d'ascani ha detto...

Grazie grazie grazie! Sono contenta di essere riuscita ad allietare alcune delle tue ore, davvero!

Carla Casazza ha detto...

Grazie a te per la piacevole lettura!