domenica 10 settembre 2017

Il libro perfetto di Massimo Lazzari - Recensione

La recensione che segue è stata pubblicata sulla rivista online Bookavenue

A volte l'esistenza ti sembra già tutta programmata, e invece quando meno te l'aspetti ti trovi a una svolta improvvisa che ti disorienta. Succede a Lorenzo, un matrimonio finito da poco e i quarant'anni che si avvicinano inesorabilmente, un lavoro solido ma noioso, la voglia di scrivere  un libro e di vedere nuovi cieli.
Così decide di partire per l’India nel Nord: un viaggio da improvvisare ogni giorno, in solitaria, coi tempi lenti di chi vuole conoscere un luogo davvero e forse l'occasione per scrivere il suo libro di cui conosce la fine, ma non l'inizio. L'istinto lo porta in luoghi che non aveva programmato di visitare e gli fa incontrare persone che lasceranno un segno indelebile nella sua nuova vita. Tra questi un misterioso scrittore, Leo, che assomiglia moltissimo a Lorenzo e ha scritto un libro a cui manca il finale, il libro perfetto.
Una storia ben scritta, ritmata, un po' surreale e ricca di suspense, che affascina per i luoghi altamente evocativi in cui è ambientata: la mistica città di Rishikesh, le regioni del Punjab, del Kashmir, del Ladakh e un monastero nella Valle di Nubra, circondato dalle vette dell’Himalaya.
Ma il viaggio vero, quello che gli cambierà completamente idee e prospettive, Lorenzo lo compirà dentro di sé, interrogandosi, scoprendosi un altro uomo, mettendo in discussione priorità e valori.
Il libro perfetto di Massimo Lazzari è una lettura appassionante che fa crescere il desiderio di partire alla scoperta di luoghi sconosciuti e lontanissimi, oppure così vicini che li racchiudiamo noi stessi.

Il libro perfetto
di Massimo Lazzari
(Antonio Tombolini Editore, 2017)

Nessun commento: