Se tu lo vuoi di Valeria Fioretta - Recensione

Margherita ha 34 anni, vive a Torino e le è appena caduto il mondo addosso. Niente di terribile o irreparabile, almeno secondo le sue amiche, ma il fidanzato che credeva l'uomo della sua vita l'ha lasciata con blande scuse e lei è inconsolabile.
Per soffocare il proprio dolore, decide di fare volontariato occupandosi di una bambina durante i mesi estivi, scelta che le cambierà la vita.
Beh, detta così la trama non è proprio chiara, ma sono stata "fumosa" per scelta, perché questa storia non si può sintetizzare in poche righe. Va letta e basta.
Un romanzo ironico e divertente (persino le note a margine sono spassose), molto "vero".
Valeria Fioretta (conosciuta ai più grazie al suo blog Gynepraio) racconta l'universo femminile con tutte la paranoie che noi donne siamo delle specialiste a crearci, ma lo fa con senso dell'ironia, senza prendersi troppo sul serio.
È una lettura leggera, niente di impegnativo (mi viene in mente Stefania Bertola, anch'essa torinese come l'autrice), ma è ben scritto, coinvolge, tiene compagnia e ti fa trascorrere piacevolmente qualche ora. Ci vogliono anche queste letture, e non è necessario che un libro per essere considerato buono debba per forza essere anche "impegnato".
Ogni tanto (oppure spesso, ciascuno si regola come meglio crede) una lettura di pura evasione è quello che ci vuole per stare bene, divertirsi, rilassarsi.

Commenti