Chi sono


Sono nata nel 1967 a Pisa, ma è stato un caso perché la mia famiglia è di origine veneta. Abito a Imola ma trascorro molto tempo in altri luoghi.
Ho iniziato nel 1993 - subito dopo la laurea in Scienze dell'educazione - le prime collaborazioni come free-lance per alcune testate locali, a cui, negli anni, ho abbinato l'attività di addetto stampa e curatrice di mostre, coordinamento editoriale, copy per la pubblicità e redattrice per il web. Mi sono poi specializzata in giornalismo turistico ed enogastronomico.
Ma l'amore per i libri e la letteratura, che mi accompagna fin da bambina, negli ultimi dieci anni ha prevalso, così attualmente lavoro come editor, book coach, consulente editoriale, ma anche come social media manager e mi occupo di comunicazione in senso più ampio.

Amo la letteratura anglofona e [svisceratamente] quella del nord Europa. In particolare ho una sorta di "venerazione" per lo scrittore islandese Jón Kalman Stefánsson e John Steinbeck. 
Un'altra mia passione è la storia, in particolare quella rinascimentale e dell'Oriente.
Nel tempo libero cammino in mezzo alla natura, soprattutto in montagna, oltre a fare cose poco originali come vedere bei film, ascoltare musica e stare in compagnia delle persone che amo.

Ho ideato la start-up editoriale UniWoL.
Collaboro con Bookavenue, l'agenzia canadese Radici Translation and Wordcraft Ltd., la casa editrice italo-canadese Sofia's Books


Ho pubblicato due saggi storici, Governo ed amministrazione ad Imola nella prima età moderna (ormai esaurito) e Montecuccoli 1937-38. Viaggio in Estremo Oriente (Bacchilega Editore, 2006), la raccolta di racconti Scritto sull'acqua (Narcissus Self Publishing, 2012), il saggio Agente Letteario 3.0  Reloaded (Errant Editions, 2014), e i tre racconti gialli Pane, marmellata e tè (Antonio Tombolini Editore, 2016).
Ho fatto parte del collettivo SIC (Scrittura Industriale Collettiva) che ha pubblicato il romanzo In territorio nemico (Minimum Fax, 2013).